PREVALENZA DELL’INFEZIONE CON HELICOBACTER PYLORY NEI BAMBINI:CONFRONTO ITALIA-ROMANIA

ASSOCIAZIONE MEDICA TOMMASO ANARDI

L’oggetto di questo studio è la l’infezione con Helicobacter pylori .L’infezione causata da questo microorganismo colpisce più della metà della popolazione , con prevalenza in base all’area geografica e, all’interno di questa, in base ai gruppi sociali. I fattori di rischio che posso causare questa infezione sono vari : età, famiglie numerose, condizioni socio-economiche e sanitarie scarse, livello di educazione basso e uso di acque contaminate.L’infezione è acquisita di solito nell’infanzia, mentre nell’adulto la possibilità di contrarre l’infezione è molto più bassa. Non tutti i soggetti infetti hanno manifestazioni cliniche , infatti molti sono totalmente asintomatici, altri eradicano il batterio sia in modo naturale che con terapia antibiotica per altre patologie. C’è inoltre una netta differenza tra le regioni più sviluppate in cui l’incidenza è bassa, mentre nelle regioni meno sviluppate la popolazione si infetta più precocemente. Un’ulteriore distinzione va fatta in base alla razza in quanto molto più a rischio è la popolazione di colore o ispanica rispetto alla razza bianca.

Per individuare la malattia ci sono:

-criteri maggiori: dolore epigastrico, vomito ricorrente(minimo 3/mese)

-criteri minori: dolore periombelicale, nausea persistente, sazietà precoce, eruttazioni/singhiozzo eccessivo, pirrosi, rigurgito, anoressia e calo ponderale, storia familiare di malattia peptica ulcerosa, dispepsia o sindrome di intestino irritabile.

La terapia da seguire per questa infezione e le manifestazioni cliniche che essa comporta sono dietetiche e farmacologiche.

Alcune ricerche hanno confermato che alcune verdure, quali broccoli, verza, cavolfiore potrebbero attenuare diverse infezioni allo stomaco. La terapia di eradicazione, invece, prevede la combinazione di tre farmaci. Lo schema eradicante maggiormente consigliato è basato sull’assunzione per 7 giorni di una dose standard di IPP+ associazione di due antibiotici(claritromicina+amoxicillina o claritromicina+metronidazolo).

MATERIALI E METODO Per questo studio sono stati esaminati materiali ricevuti dell’ospedale judetean di Arad(Romania) sezione pediatria II e dell’ospedale Santobono di Napoli (Italia) sezione gastroenterologia pediatrica. Lo studio si protrae per un lasso di tempo di circa un anno 2014-2015 nel quale sono stati esaminati tutti i pazienti ricoverati con sintomatologia gastrica. I pazienti esaminati sono circa 350 di cui 250 di nazionalità rumena e 100 di nazionalità italiana. Tra questi pazienti si presentano 150 di sesso femminile e 200 di sesso maschile con un età compresa tra gli 1 e i 18 anni.

OBIETTIVI

Gli obiettivi dello studio sono stati i seguenti: 1. Effettuare uno studio clinico-statistico riguardo pazienti ricoverati nella sezione di pediatria II dell’ospedale clinico Judetean di Arad con sintomatologia gastrica.

  1. Analisi e rappresentazione grafica delle informazioni raccolte dalle cartelle cliniche. Abbiamo seguito : – ripartizione in gruppi in base al sesso dei pazienti -ripartizione della patologia in gruppi d’età -ripartizione in base allo stato socio-economico -ripartizione in base alla sintomatologia -ripartizione in base alla prevalenza di infezione -grado di informazione riguardo la malattia da parte dei genitori dei piccoli pazienti -aderenza al trattamento e effetto di quest’ultimo sui pazienti
  2. Comparazione tra i pazienti ricoverati all’ospedale di Arad, sezione di pediatria II e l’ospedale di napoli ,Santo Bono.

 

 

RISULTATI

 

Grafico1.Ripartizione in gruppi in base al sesso dei pazienti

Cattura 15

 

 

 

 

Cattura 16

 

 

 

 

 

 

Cattura 17

 

 

 

 

 

Cattura 18

 

 

 

 

 

 

CONCLUSIONI

In seguito allo studio clinico-statistico di tipo prospettivo per un totale di 350 pazienti con sindrome gastrica ricoverati nell’ospedale clinico Judetean di Arad, sezione pediatria II e nell’ospedale Santobono di Napoli si può concludere che: 1. Nel caso del lotto studiato la ripartizione per sessi dell’infezione con Helicobacter pylori è stata maggiore nel sesso maschile 2. In seguito all’analisi dello stato socio economico abbiamo notato una netta prevalenza dell’infezione nei pazienti appartenenti ad un ceto socio-culturale medio-basso 3. In seguito all’analisi dell’ambiente di provenienza si è osservato una percentuale maggiore di pazienti che provengono dall’ambiente rurale, nel caso di entrambi i sessi, con una percentuale del 76% per quelli provenienti da ambiente rurale e 24% per quelli provenienti da ambiente urbano. 4. L’incidenza massima della gastrite si può osservare nei gruppi d’età 8-18 anni. Nel caso del sesso maschile con una percentuale del 40% in un’età compresa tra i 15-18 anni mentre per quanto riguarda il sesso femminile con una percentuale del 40% in un’età compresa tra gli 8-14 anni. 5. L’incidenza massima della gastroduodenite da Helicobacter pylori si può trovare nei gruppi d’età 1-3 anni con una percentuale del 60%. 6. In base alla comparazione Italia-Romania l’infezione è più diffusa in Romania. 7. Il più importante fattore che ha influenzato (negativamente) l’aderenza alla terapia è stata la condizione finanziaria ridotta del paziente.
PAUCIULO FEDERICA

BUONO FRANCESCO

CONTALDI EMANUELA

LAZĂR LEORDEAN VIORICA